EVENTI

Candele a Candelara: si spengono le luci dell’antico borgo medioevale nel cuore delle Marche e si accendono le emozioni

Federico Belloni Travel Blogger
Federico Belloni Travel Blogger

“Candele a Candelara: un bellissimo evento dedicato alle candele per celebrare l’arrivo del Natale nell’antico borgo medioevale a pochi chilometri da Pesaro, nelle Marche…dove protagonisti sono le calde luci soffuse delle candele, musica, divertimento, tradizioni e ottima gastronomia tipica. Ai quali si aggiunge un bellissimo contesto storico-culturale”

Quando ero bambino, durante il periodo di Natale, i miei genitori avevano l’abitudune di lasciare accesa una grande candela rossa decorata con dei grandi fiocchi bianchi in tessuto su un tavolino vicino al presepe e all’albero…e la sua luce soffusa e tremolante creava nel soggiorno una bellissima atmosfera, che diventava davvero magica quando spegnevano le luci per andare a dormire. È un bellissimo ricordo collegato con l’atmosfera natalizia che mi porto dentro da allora, che mi da molta serenità, e che tiene accesa la parte di bambino che continua ad esserci dentro di me, anche se ormai ho superato i quarant’anni.

Candele a Candelara Pesaro Urbino | Le candele protagoniste della festa
Candele a Candelara | Le candele protagoniste della festa

Una sensazione che ho inaspettatamente rivissuto lo scorso fine settimana quando, praticamente per caso, ho visitato lo stupendo borgo di Candelara (di 100 abitanti), a 180 metri d’altezza sulle colline dell’entroterra marchigiano, a pochissimi chilometri da Pesaro, proprio mentre si svolgeva la manifestazione “Candele a Candelara”, una grande festa dedicata alle candele e uno dei più importanti eventi natalizi del Centro Italia, che è anche un omaggio all’arrivo del Natale, e che da quanto mi hanno detto è giunta ormai alla sua quattordicesima edizione. E si, perchè si fa presto a capire che le candele fanno parte dell’identità di questo luogo e della gente che vi abita, sono infatti evocate dal suo nome e sono presenti ormai da due secoli nel suo stemma costituite da tre colline sormontate appunto da tre candele. La leggenda narra infatti che per individuare il posto migliore sul quale costruire il paese sono state accese tre candele, e tra tutti è stato scelto quello dove le tre candele si sono spente in maggior tempo, quindi il meno ventoso.

Candele a Candelara Pesaro Urbino | La protagonista è la candela all'ingresso del borgo
Candele a Candelara | La protagonista è la candela all’ingresso del borgo

Arrivato nel borgo ho trovato le bellissime viuzze festose vivacizzate dalla luce di migliaia di candele accese di tutte le forme, colori e dimensioni, messe per illuminare tutti gli angoli più suggestivi di Candelara, che creano una luce calda, simpatica e allo stesso tempo misteriosa, dalle mille sfumature e in grado di enfatizzare il l’importanza storica del contesto, creando così un’atmosfera molto suggestiva ed avvolgente tipica di un paesaggio fiabesco e molto, ma molto romantico.

Candele a Candelara Pesaro Urbino | Il fuoro nella torre
Candele a Candelara | Il fuoro nella torre

Ma la vera sorpresa è arrivata alle 17,30 quando tutte le luci artificiali del paese si sono inaspettatamente spente e il paese è restato illuminato per quindici lunghi minuti esclusivemente dalla luce soffusa delle candele, che mi ha fatto improvvisamente tornare indietro nel tempo e mi ha regalato delle bellissime emozioni, anche grazie alle note della musica tradizionale degli zampognari che invadevano le vie. In questo momento sono stati anche liberati in cielo tantissimi palloncini liminosi, che hanno rischiarato a giorno il cielo sopra il borgo.

Candele a Candelara Pesaro Urbino | Il borgo medioevale agghindato a festa
Candele a Candelara | Il borgo agghindato a festa

Mi è piaciuto molto anche curiosare tra le casette in legno del mercatino, e anche mia figlia Andrea che ha quattro anni si è molto divertita a vedere le esibizioni degli artisti di strada, la sfilata dei personaggi del presepe vivente, i trampolieri e gli spettacoli di burattini, ma soprattutto è letteralmente scoppiata di contentezza durante la visita all’Officina di Babbo Natale, dove ha potuto partecipare con altri bambini ai laboratori nei quali ha fatto lavoretti con i diversi materiali: creta, cera, carta e legno, e ovviamente incontrare e parlare con il suo idolo, che gli ha promesso molti regali per essere stata molto buona durante quest’anno 🙂 Ne ho anche approfittato per scoprire qualche piatto della gastronomia tipica locale, che per quello che ho potuto provare è davvero molto ricca e molto buona. Candele a Candelara è tutto questo, ma non solo…

Candele a Candelara Pesaro Urbino | La porta d'ingresso al Castello
Candele a Candelara | La porta d’ingresso al Castello

Dopo aver gironzolato per le vie alla scoperta della festa ho fatto anche un pò il classico turista e sono andato a visitare l’antico Castello, e sono rimasto a bocca aperta dalla struttura del sistema difensivo costituito dalle mura, dalla porta e dalle bocche di fuoco, che al tempo è stata una soluzione decisamente all’avanguardia nel campo dell’architettura militare. Bellissima è anche la Torre dell’Orologio che sorge al lato del castello. Al suo interno è sicuramente da visitare la “Sala dell’Orologio”, dove è conservato il meccanismo settecentesco dell’orologio originale, che è a tutt’oggi perfettamente funzionante…uno dei rari casi in tutte le Marche È davvero bello anche esteticamente: i numeri in caratteri arabi delle ore sono scolpiti e dipinti in nero. E poi c’è la Pieve, che è il centro della vita religiosa del paese, e che ha origini molto antiche: pare infatti che sia risalente al Secolo XII, decisamente prima del castello. La sua particolarità è la sua pianta che ha una forma simile a quella della croce gotica.

Candele a Candelara Pesaro Urbino | Il borgo medioevale
Candele a Candelara | Il borgo medioevale

Insomma: l’antico borgo medioevale di Candelara è stata davvero una piacevole scoperta, sia per il magnifico evento dedicato alle candele Candele a Candelara, ma anche per la sua ricchezza storico-culturale, e ovviamente per la sua bellissima posizione, nel cuore delle fantastiche colline dell’entroterra pesarese che degradano verso il Mar Adriatico. Ci tornerò sicuramente in primavera, come punto di partenza per una bella escursione per i sentieri circondati da olmi, acacie e pioppi, e per ammirare il profilo delle montagne dell’Appennino: il Catria, il Nerone e il Carpegna.

E se decidete di venire nelle Marche sotto Natale per partecipare a Candele a Candelara, vi suggerisco di approfittarne per scoprire il Villaggio di Babbo Natale di Gradara, un altro borgo medioevale davvero affascinante…sempre nella provincia di Pesaro,

 

 

Annunci

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...